Come funziona la Laurea Magistrale?

Come funziona la Laurea Magistrale?

By: Valentina

17 giugno 2015

Matteo chiede:

Salve, sono al quarto anno nel liceo scientifico e sto iniziando seriamente a pensare al mio futuro universitario. Volevo iniziare dicendovi che la fisica è la mia passione sin da bambino, capire come funziona l’universo, capire la causa ultima di ogni cosa, perdersi nell’infinitamente piccolo per ritrovarsi nell’infinitamente grande e riperdersi nuovamente. Il problema è la situazione dei fisici oggi come oggi, e per motivi economici vorrei dirottare verso qualche facoltà di ingegneria, magari ingegneria fisica. Il fatto è che non vorrei ritrovarmi senza possibilità di lavoro alla fine del corso di laurea di fisica e la cosa che mi dispiace di più è il fatto che i miei genitori dovrebbero tagliarsi più di metà stipendio per farmi intraprendere un corso che magari non mi darà le dovute soddisfazioni. siamo 3 figli!! Ora volevo chiedervi come funziona la laurea in fisica teorica, è una specializzazione? Dove si trova la facoltà più ambita? magari avevo pensato di prendere la laurea in Italia e la specialistica all’estero, in una sede valida, con contatti e possibilità maggiori di lavoro. La fisica la amo tantissimo , specialmente quella teorica, ho studiato la relatività su internet ed ora le stringhe, ho ordinato l’universo elegante di B. Greene. A matematica ho 10, a fisica avevo 9 ma l’abbiamo fatta poco o niente in questi anni, l’argomento che abbiamo trattato meglio è la dinamica, quantità di moto ecc… la termodinamica non ne parliamo.. Mi potete anche dire gli sbocchi lavorativi che ci sono? Escludo a priori la normale a Pisa in quanto il test di ingresso prevede delle conoscenza che saltano da una materia all’altra e io le altre materie non ho voglia di studiarle, nonostante ciò prendo il 7 e l’8 facilmente, purtroppo non stuzzicano il mio interesse. Vi ringrazio in anticipo e mi scuso per il disturbo ma ho bisogno di queste informazioni e purtroppo su internet non ho trovato cose che soddisfavano tutte le mie ! curiosità.

Caro Matteo, il corso di Laurea in Fisica, si divide in un triennio iniziale più un biennio di specializzazione (magistrale). I corsi del triennio sono organizzati in modo tale che i primi due anni siano comuni a tutti gli indirizzi, mentre il diverso orientamento avvenga di solito al terzo anno e con la scelta dell’argomento su cui svolgere la tesi. Per quanto riguarda la possibile specializzazione all’estero, considera anche che le Università italiane stanno sempre più spesso stabilendo delle “convenzioni” con le Università straniere. In questo ambito, gli studenti sono supposti seguire la metà dei Corsi nell’Università straniera convenzionata. Al termine del ciclo di studi, il titolo di laurea viene rilasciato in modo congiunto dalle due università convenzionate. Se poi, una volta laureato, sarà tua intenzione proseguire la tua attività nel campo accademico e della ricerca, allora il passo successivo sarà quello del Dottorato di ricerca che potrai decidere se sostenere in Italia o all’estero. Per quanto riguarda gli sbocchi professionali di una laurea in fisica, ci sentiamo sicuramente di affermare che sono spesso sottovalutati nell’opinione pubblica. Un laureato in fisica è mediamente una persona con un’eccellente conoscenza di base, in grado di affrontare con senso critico ed indipendenza problemi complessi. Queste caratteristiche lo rendono un individuo dalla formazione “elastica” che gli consente adattarsi rapidamente alle richieste del mercato del lavoro.

P. Lenisa

Lascia un commento o poni una domanda

La tua email non viene mai pubblicata o condivisa. I campi marcati con il simbolo * sono obbligatori.

*

Calendario

aprile: 2018
L M M G V S D
« Mar    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30