Scienziati Irriducibili

Gli Scienziati Irriducibili sono un gruppo di studenti dell’Università di Ferrara, nato nel 2013, composto da ragazze e ragazzi appartenenti a diversi corsi di studio ma tutti accomunati dalla passione per la scienza e l’interesse per la sua divulgazione.

Scienziati2015

La missione degli Scienziati Irriducibili è quella di avvicinare sia i ragazzi delle scuole che il grande pubblico alla scienza, ambito di studio spesso ritenuto difficile fra i banchi e lontano dalla quotidianità fra i più grandi. Avvalendosi dell’aiuto di esperti del settore, gli Scienziati offrono un’esperienza di didattica laboratoriale innovativa, che renda tutti i fruitori protagonisti di un percorso di scoperta, previsione, verifica dell’ipotesi, formulazione di un modello.

logo_siA fronte di una forte richiesta di interventi di carattere laboratoriale nelle scuole della provincia, ad oggi gli Scienziati hanno incontrato centinaia di allievi di classi di ogni ordine e grado, ed hanno ricevuto più di 800 prenotazioni per il loro ultimo festival scientifico, riproponendo tutte le attività al pubblico più vasto.

 

 

Sono state tre, le precedenti edizioni di grande successo del progetto da loro ideato How I Met Science!

  • 2014-2015 con tema Matematica, in collaborazione con Formath;
  • 2015-2016 con tema Fisica, in collaborazione con La Vite di Archimede;
  • 2016-2017 con tema informatica e robotica, in collaborazione con Open Living Centec e Centoform.

Durante l’anno accademico corrente 2017-2018 proponiamo laboratori interattivi di chimica, incentrati in particolar modo sui polimeri, in collaborazione con la ricercatrice ed autrice Eleonora Polo e l’associazione divulgativa accatagliato.

Questa evoluzione è a dimostrazione della grande ricchezza e varietà della materia ed a conferma dell’impegno dello “scienziato” a rinnovarsi costantemente.

Le edizioni passate

Nell’anno accademico 2014-2015 gli Scienziati si sono dedicati a sei laboratori di Matematica, per poter formare studentesse e studenti universitari che volessero diventare divulgatori su attività pratiche da accompagnare alla classica didattica “gesso e lavagna”, ed allo stesso tempo avvicinare i giovani ad una delle materie ritenute più difficilmente accessibili.

Questi laboratori erano incentrati su argomenti non comuni e raramente previsti dai programmi di matematica delle scuole: le sfere di Lénàrt per la geometria non euclidea, reti, probabilità e statistica, bolle di sapone, carte geografiche ed altri.

p_20160528_160019

Nell’anno successivo, 2015-2016, invece, sono stati preparati tre laboratori di Fisica: cinematica, onde e suoni, spinta idrostatica. Questi sono argomenti che vengono abitualmente trattati a scuola, ma l’approccio di queste attività risulta diverso per poter scoprire sperimentalmente insieme ai ragazzi la validità delle comuni leggi fisiche, utilizzando strumenti di uso quotidiano.

dscn8646

L’anno 2016-2017 ha visto protagonista del corso l’informatica e la robotica. Il programma dettagliato degli incontri è visibile a questa pagina, insieme a tutto il materiale didattico utilizzato o sviluppato dagli Scienziati Irriducibili stessi.

Per tutte le edizioni del progetto How I Met Science! la partecipazione delle classi è stata molto ampia, a riprova di un’emergente richiesta di attività che accompagnino le lezioni frontali per avvicinare i ragazzi a queste materie, sia mediante una didattica innovativa sia mediante strumenti comuni ed al passo con i tempi.

I festival finali delle tre edizioni precedenti hanno raccolto un notevole successo, con unimportante flusso di visitatori di tutte le età: chi fra curiosi appassionati, ragazze e ragazzi delle scuole che hanno visto gli Scienziati in azione nelle loro classi, bambini delle scuole primarie accompagnati dai genitori, professori interessati alle nuove proposte didattiche adottate.